Cosa visitare

Perché scegliere una vacanza in Sardegna

Perché scegliere una vacanza in Sardegna

Dire che si sceglie un viaggio in Sardegna perché è un’isola di rara bellezza sarebbe molto riduttivo, eppure è davvero difficile riuscire a trovare un luogo con la sua atmosfera, le sue suggestioni, le emozioni che riesce a trasmettere a qualsiasi ora del giorno.

Non soltanto i gruppi di giovani la scelgono ogni anno come meta delle loro vacanze estive, ma anche coppie più adulte così come famiglie con bambini. Questo dimostra quanto la Sardegna sia una meta perfetta per tutti, dal turista appassionato di viaggi all’insegna dell’avventura, al turista che preferisce il totale relax per allontanarsi dallo stress della routine quotidiana.

Paesaggi suggestivi e cucina dai sapori unici ecco perché si sceglie questa vacanza, su questo argomento i viaggiatori non possono che essere d’accordo.

Se prima si pensava che una vacanza in questa terra fosse possibile soltanto perché le sue spiagge sono tra le più belle del mondo (e niente è cambiato da questo punto di vista!), oggi lo scenario è cambiato trasformando la Sardegna da destinazione prettamente marina a luogo in cui di decide di andare anche per scoprire la sua storia e l’architettura delle sue meravigliose città.

Arrivare in Sardegna

Arrivare in Sardegna è possibile con due mezzi: l’aereo e il traghetto. Non è difficile immaginare che, eccetto nel caso di qualche last minute, il mezzo più abbordabile è sicuramente il traghetto.

Per conoscere le informazioni di viaggio di cui si necessita basta controllare arrivi e partenze traghetti dal porto di Cagliari dove ogni giorno moltissimi turisti fanno scalo per raggiungere le città sarde che più desiderano visitare.

Quello di Cagliari è considerato uno dei porti più facilmente raggiungibili di tutta la Sardegna e serve le tratte più utili che sono quelle da Palermo, Napoli e Civitavecchia. Da questi porti è possibile raggiungere l’isola. In estate chiaramente sono attive più corse giornaliere per andare incontro alle esigenze dei numerosi turisti che arrivano in Sardegna. In inverno si riducono drasticamente, anche se è possibile comunque trovare qualche corsa utile. Il tempo di percorrenza è di circa 12 ore.

Cosa non perdere in Sardegna

Spiagge, ma non solo. Tra le destinazioni da non perdere in Sardegna ci sono anche altre attrazioni. Il Parco Nazionale dell’arcipelago della Maddalena. Si tratta di uno degli angoli più suggestivi del nostro paese, soprattutto per chi entra in Sardegna con la barca. Da non perdere Caprera, Spargi e Budelli.

Villaggio di Tiscali. È un sito archeologico inserito in un antico villaggio che è proprio quello di Tiscali che si trova nel Comune di Oliena e Dorgali. Il luogo suggestivo che si apre sulla valle di Lanaittu, panorama di cui si può godere attraverso una grande finestra che si apre sulla parete rocciosa. Tra le spiagge più interessanti da vedere non si possono perdere quelle di Stintino, in provincia di Sassari tra cui quella de La Pelosa rappresenta una delle più belle per eccellenza, Cala Mariolu nel golfo di Orosei, nota per essere tra le più spettacolari della zona.