Arzachena

Arzachena

Arzachena è un comune della provincia di Olbia-Tempio di circa 12000 abitanti. Dopo le cittadine di Olbia e di Tempio Pausania è il centro abitato più popoloso della Gallura. Si trova nella porzione settentrionale della Sardegna, possiede circa 80 chilometri di coste, alcune sabbiose, altre a picco sul mare, che offrono ai turisti uno scenario meraviglioso e che vanno a formare il fiordo del Golfo di Arzachena.

Abitata anche precedentemente all’epoca romana, fu citata da Omero nell’Odissea come capoluogo della popolazione dei lestrigoni; nel periodo romano era nota come Turibulum, per via dell’enorme masso a forma di fungo che la sovrasta; praticamente disabitata nel XVI secolo, fu popolata da pastori durante il secolo successivo, che furono civilizzati da numerosi sacerdoti inviati nella zona dal re di Sardegna Carlo III nel 1774.

Nella zona di Arzachena sono presenti diversi monumenti risalenti al periodo nuragico; uno di questi è il nuraghe Albicciu, costruito ai piedi di un massiccio granitico, e sormontato da un piccolo terrazzo, probabilmente utilizzato come torre di avvistamento; nei pressi del nuraghe troviamo inoltre il Tempietto di Malchittu, di forma rettangolare con un abside sul quale venivano posti i doni dedicati alle divinità; altri siti archeologici importanti sono la necropoli nuragica di Li Muri e la Tomba dei Giganti.

Altri importanti monumenti della città sono le due chiese intitolate a Santa Maria della Neve, la chiesa di Santa Lucia, risalente al XIII secolo e la chiesa di San Pietro, ricostruita nel 1934 e probabilmente risalente al XVIII secolo e recentemente restaurata e riaperta ai fedeli ed ai turisti: al suo interno ospita una bellissima statua policroma raffigurante San Pietro seduto in cattedra. Il turismo in questa zona è fervente, sia per l’aspetto culturale ed archeologico della località che per quello balneare: Arzachena fra infatti fa parte del consorzio Costa Smeralda e comprende tra le sue frazioni alcune note località turistiche balneari, quali Baja Sardinia, Porto Cervo e Cannigione.